Marketing e comunicazione per il cinema: case study “Rabbia Furiosa”

Brief di progetto

Una sola missione: portare la gente al cinema. In tempi brevi, brevissimi.

Un compito che non ha preoccupato il nostro team, che anzi ha guardato al progetto come una sfida entusiasmante.

In virtù dei due mesi a disposizione, tutto il nostro team si è organizzato per un piano marketing completo, senza tralasciare opportunità inespresse. Il ruolo dell’agenzia, del resto, non è solo quello di cooperare attivamente con l’ufficio stampa e la distribuzione e lanciare delle campagne SEM (come ahinoi oggi è standard nel campo cinematografico).

Il ruolo dell’agenzia di comunicazione oggi deve essere quello di creare strategie efficaci, alla ricerca del massimo rendimento di copertura e interazione. Con un occhio al portafogli del cliente.

Motivo per cui fin dall’inizio abbiamo escluso il banner advertising ed il traileraggio in tv, che ad oggi sono considerati gli strumenti essenziali per una corretta promozione di un film.

Campagna di comunicazione per il cinema: il progetto “Rabbia Furiosa”

Preparazione degli assets: locandina, sito web, grafiche e documentazione per la stampa

Il primo passo è stato fatto dal reparto grafico che ha sviluppato la locandina, gli esecutivi e l’impianto grafico-editoriale. Dal press kit al comunicato stampa.

Nel frattempo il reparto tecnico era già al lavoro sul sito web ufficiale del film, dove sia l’utente che gli organi di stampa hanno la possibilità di visualizzare il trailer, il cast, la rassegna stampa aggiornata, la programmazione e contattare l’ufficio stampa. Un countdown contava i giorni che mancavano alla prima.

Strategia comunicativa

La distribuzione non vede altra scelta di lanciare il film in stretta concomitanza con un altro lungometraggio sul tema del “Canaro”, l’omicida della Magliana: DogMan di Matteo Garrone. Un film con budget importanti e candidato a Cannes (vincerà poi meritatamente il premio di miglior attore protagonista). Lato comunicazione non è un problema, anzi un opportunità! Basta saperla cogliere.

La strategia quindi in questo caso è stata di mantenere una taglio comunicativo non troppo forte puntando al racconto, noir e diretto e meno poetico ed introspettivo.

Portare alla discussione gli utenti ed i giornalisti è stata la nostra missione.

A giudicare dalle recensioni discordanti e dai commenti degli utenti che hanno preso posizioni estreme sui social sia da un lato che dall’altro, abbiamo raggiunto il nostro scopo.

Di seguito un estratto dai commenti al trailer su Youtube:

Commenti YouTube Rabbia Furiosa - Er Canaro

SEO: l’ottimizzazione sui motori di ricerca al servizio di progetti cinematografici

Ebbene si, la SEO è stata protagonista anche questa volta. Nonostante sia comune a tutti che la SEO abbia bisogno di tempo, abbiamo chiesto massimo impegno ai nostri copywriter nel realizzare guest posting su siti della rete Simpliza e reti partner al fine di generare traffico sul sito ufficiale e generare awareness.

Non poteva mancare un lavoro di backlink strategy aggiornando pagine ufficiali come Wikipedia, usando tecniche di skyscraping e lead generation content marketing su tema “film da vedere”, “effetti speciali nei film” e puntando sulla storia del “Canaro della Magliana”.

Campagna SEM CPC / Display

Come detto, non abbiamo previsto banner advertising. Questo perchè il mondo dell’informazione cinematografica fa largo uso della rete AdSense di Google, seppur a rotazione. Quanto basta per settare campagne marketing display discriminate per canali specifici. Certo è ben più complesso ed impegnativo, ma permette di ottenere risultati simili (considerando che le skin non rientrano in tale rete) alla metà del costo!

Non potevano mancare sub-strategie create ad hoc per l’occasione, sfruttando eventi della cronaca per generare traffico. In particolare un evento negli Stati Uniti che tramite un funnel creato per l’occasione generava interazioni ed awarness tramite più passaggi partendo da una campagna CPC a competitività nulla. Una strategia cross-plattform che ci ha regalato parecchie soddisfazioni.

Campagna social: la strategia non convenzionale de “Er Canaro”

Oltre alla gestione classica della pagina Facebook del film con l’uso di teaser, approfondimenti, eventi, etc.. abbiamo previsto una campagna social alternativa. Quest’ultima consisteva nella realizzazione di un personaggio virtuale, “Er Canaro”, con un profilo psicologico ed un linguaggio ben specifico. Arrabbiato e pungente, usa il suo vocabolario dialettale romano per criticare e commentare la cronaca attuale oltre che a rispondere al suo pubblico. Un profilo esterno al film, che gioca sulle emozioni della gente con carica ironica.

Solo in prossimità del film, una volta generato i suoi primi 5.000 followers svela la sponsorizzazione per il film che lo vede protagonista: “Rabbia Furiosa – Er Canaro”. Social coinvolti: Facebook, Twitter ed Instagram.

Qui di seguito il momento pivot, in cui Er Canaro svela il suo scopo:

Ufficio stampa

Il lavoro lato SEO e la coordinazione dell’ufficio stampa ci ha permesso di ottenere una buona attenzione dei media, arrivando a coinvolgere le più grandi testate nazionali, sia di carta stampata che online.

Parte dei risultati è consultabile nella sezione della rassegna stampa, sul sito ufficiale del film.

Con Riccardo De Filippis alla prima del film Rabbia Furiosa di Sergio Stivaletti

In foto: Marco Piacquadio, project manager di Simpliza, con l’attore Riccardo De Filippis, Roberta Nardi (ufficio stampa) e Derio Di Pumpo (distribuzione) in occasione dell’anteprima stampa al The Space Cinema di Roma.